Natale in Guinea Bissau da padre Davide Sciocco di "Radio Sol Mansi

"Carissimi amici, ogni tanto mi tocca scrivervi per comunicarvi qualche perturbazione in Guinea Bissau. La notte tra il 25 e il 26 dicembre, forse approfittando proprio del clima festivo, un gruppo di militari con probabile appoggio di alcuni politici, hanno tentato un colpo di Stato o qualcosa di simile. Sono però stati bloccati e senza spargimento di sangue (almeno tra civili) in giornata si é ristabilito l'ordine costituzionale. Nella notte seguente peró piú volte siamo stati svegliati nella notte da vari spari: erano scontri limitati tra le forze dell'ordine e coloro che stavano per essere arrestati.

Anche durante la giornata di ieri sono seguite le ricerche, e persino nella nostra casa regionale poliziotti ben armati sono venuti e hanno obbligato ad aprire tutti i locali perché sospettavano che avessimo ospitato uno dei capi della rivolta (naturalmente non c'era nessuno).  Sono state giornate frenetiche, dopo la giornata di Natale così bella tra celebrazioni natalizie, presepi viventi dei bambini e Battesimi. Ma sappiamo che anche Gesù bambino non ha gustato molto la festa per la sua nascita e ha subito la persecuzione di Erode. E cosí anche noi siamo chiamati ancora una volta a stare con questo popolo che soffre, seguendo umilmente l'esempio di S Giuseppe che caricava Gesù Bambino per allontanarlo da Erode. Come Radio sono giorni impegnativi e delicati: come informare? Cosa dire? Devo lodare i nostri giornalisti per il coraggio di andare nei luoghi caldi, e per le notizie riportate in tempi rapidi, e che si sono rivelate sempre vere. Infatti il grande problema é che dobbiamo informare tempestivamente (il silenzio favorisce ogni tipo di abuso e illegalità) ma anche dobbiamo essere certi di non dare informazioni sbagliate.

Un esempio: la sera seguente é arrivato il generale capo dell'esercito di terra (quindi non uno qualunque) con i modi di fare un po' "rudi" dei militari di qui quando stanno facendo operazioni militari importanti, accusandoci di dare notizie false, e che voleva parlare immediatamente alla radio per smentire la notizia che lui era un complice e che era stato arrestato. Quando noi gli abbiamo detto che la Radio Sol Mansi non aveva dato quella notizia, ha chiesto scusa: lo avevano portato alla Radio sbagliata, perché era stata un'altra Radio a dare questa notizia falsa. Se fossimo stati davvero noi avremmo avuto seri problemi, e avremmo perso di credibilità. Ora che stanno arrestando vari militari e civili, abbiamo iniziato a trasmettere degli spot dove richiamiamo i diritti umani dei prigionieri e ció che dice la Costituzione sul rispetto delle autorità democratiche. Una cosa bella é che sempre in questi casi i leaders religiosi (cattolici, evangelici e musulmani) fanno appelli comuni alla pace e al rispetto delle persone e delle leggi. Ora la situazione é tornata alla normalità.

Vi chiediamo una preghiera per la Pace e perché la gente possa reagire con impegno e coraggio a questa nuova prova. E tentiamo insieme anche una preghiera più forte per chi governa e per i militari: ci vuole un miracolo perché la realtá cambi e non si ripetano questi fatti, ma a questi miracoli dobbiamo crederci e lavorare perché si realizzino. Vi ricordo con amicizia e affetto e vi auguro un anno 2012 colmo dei doni del Signore.  

p. Davide Sciocco

Informativa sulla Privacy

©2022 RETE GB | RETE GUINEA BISSAU ONLUS
ORGANISMO DI VOLONTARIATO
via dell’Industria 1/C - San Martino Buon Albergo (VR) 37036 Verona - info@retegb.org
Cod. Fiscale 93130820231

Search