E' morto il Capo di Stato Malam Bacai Sanha. Verso nuove elezioni nel Paese.

E’ morto oggi a Parigi in seguito a una malattia il presidente della Guinea Bissau, Malam Bacai Sanha. Lo hanno riferito fonti governative francesi citate dalla stampa transalpina e confermato fonti locali della MISNA secondo cui gli uffici della presidenza hanno già diffuso un comunicato. Ricoverato da dicembre, prima in Senegal e poi in Francia, Sanha aveva 64 anni ed era stato eletto alla presidenza del piccolo paese dell’Africa occidentale nel giugno del 2009. Esponente del Partito africano per l’indipendenza della Guinea e di Capo Verde (Paigc, al potere) Sanha aveva preso il posto di João Bernardo ‘Nino’ Vieira, ucciso nel marzo del 2009. La scomparsa del capo di Stato avviene in un momento di relativa tensione in Guinea Bissau dove nelle scorse settimane è stato sventato un presunto colpo di Stato che secondo alcuni osservatori potrebbe piuttosto nascondere dissidi interni all’esercito. “In seguito alla morte del presidente Malam Bacai Sanha, la Costituzione prevede le elezioni anticipate e siccome nella seconda parte di quest’anno erano in programma quelle legislative è probabile che i due appuntamenti vengano a questo punto accorpati”: lo dice alla MISNA padre Davide Sciocco, missionario del Pontificio istituto missioni estere (Pime), e fondatore di radio ‘Sol Mansi’, autorevole emittente radiofonica attiva in Guinea Bissau. Secondo la fonte della MISNA si è già tenuta in parlamento una sessione speciale cui hanno anche partecipato i vertici dell’esercito, i ministri e i rappresentanti della diplomazia internazionale presenti a Bissau. “Il comunicato ufficiale che ha confermato la scomparsa di Sanha non specifica quale sia stata la causa della morte – aggiunge il missionario – ma è noto che il capo di Stato soffrisse da tempo di diabete. La nota riferisce inoltre che saranno successivamente comunicati i dettagli sul funerale”. La presidenza a interim, ai sensi della Carta fondamentale, passa al presidente dell’Assemblea nazionale (parlamento) Raimundo Pereira. Per Pereira, in carica dal 2008, si tratta della seconda esperienza di questo tipo: aveva già assunto infatti la presidenza ad interim nel 2009 in seguito alla morte di João Bernardo ‘Nino’ Vieira, ucciso il 2 marzo di quell’anno in circostanze mai del tutto chiarite.

“In seguito alla morte del presidente Malam Bacai Sanha, la Costituzione prevede le elezioni anticipate e siccome nella seconda parte di quest’anno erano in programma quelle legislative è probabile che i due appuntamenti vengano a questo punto accorpati”: lo dice alla MISNA padre Davide Sciocco, missionario del Pontificio istituto missioni estere (Pime), e fondatore di radio ‘Sol Mansi’, autorevole emittente radiofonica attiva in Guinea Bissau.

Secondo la fonte della MISNA si è già tenuta in parlamento una sessione speciale cui hanno anche partecipato i vertici dell’esercito, i ministri e i rappresentanti della diplomazia internazionale presenti a Bissau. “Il comunicato ufficiale che ha confermato la scomparsa di Sanha non specifica quale sia stata la causa della morte – aggiunge il missionario – ma è noto che il capo di Stato soffrisse da tempo di diabete. La nota riferisce inoltre che saranno successivamente comunicati i dettagli sul funerale”.

La presidenza a interim, ai sensi della Carta fondamentale, passa al presidente dell’Assemblea nazionale (parlamento) Raimundo Pereira. Per Pereira, in carica dal 2008, si tratta della seconda esperienza di questo tipo: aveva già assunto infatti la presidenza ad interim nel 2009 in seguito alla morte di João Bernardo ‘Nino’ Vieira, ucciso il 2 marzo di quell’anno in circostanze mai del tutto chiarite

(09/01/2011 Misna)

Informativa sulla Privacy

©2022 RETE GB | RETE GUINEA BISSAU ONLUS
ORGANISMO DI VOLONTARIATO
via dell’Industria 1/C - San Martino Buon Albergo (VR) 37036 Verona - info@retegb.org
Cod. Fiscale 93130820231

Search