DOPO GOLPE E TRANSIZIONE ORA È “SPOIL SYSTEM” - Misna 15 Giugno 2012 - ore 14.45 In evidenza

Amministratori e responsabili di aziende statali, comprese radio e televisioni sono stati sostituiti o sono in procinto di esserlo: lo riferiscono diverse fonti locali della MISNA in Guinea Bissau secondo cui l’esecutivo di transizione creato in seguito al colpo di Stato dello scorso 12 aprile si è attivato in questo senso attuando un vero e proprio “spoil system”.

Le sostituzioni stanno riguardando anche le aziende preposte all’erogazione dell’acqua e della corrente elettrica, gli amministratori locali e regionali. Secondo alcuni osservatori gli avvicendamenti costituiscono il segnale preoccupante di una politica che non va verso l’inclusione e il dialogo, ma che sembra imporre con la forza il volere della parte che ha preso il potere alle spese dell’ex partito al governo, il Paigc.

In Guinea Bissau, il golpe attuato dai militari ha interrotto il processo elettorale – il 29 aprile si sarebbe dovuto eleggere un nuovo presidente – e condotto a una transizione mediata dalla Comunità economica dei paesi dell’Africa occidentale (Cedeao). Gli accordi raggiunti hanno nei fatti consegnato la Guinea alla vecchia opposizione.

Informativa sulla Privacy

Search